IL GATTO SIBERIANO Cenni sulla sua Storia

(Olega di Anusia)

Il Gatto Siberiano con i suoi misteri, lui che ha sollevato controversie e discussioni a differenza di altre apprezzabili razze come il Persiano, Himalaiano, Sphynx, Turco Van, Cornish Rex... cosa ci sarà di misterioso in un gatto Siberiano?

Quello che si conosce sulle caratteristiche è stato scritto ambiguamente dai soliti felinologi sul come ha avuto il riconoscimento pubblico internazionale in brevissimo tempo e per la sua leggendaria ipoallergenicità.

Non è più leggenda infatti, Test ed esperimenti sono stati eseguiti in molti istituti di ricerca (quasi tutti Americani) vedi Test proteina Fel D1 del gatto Siberiano.

Uno sguardo alla storia

Molte Storie hanno spiegato la creazione delle razze. I Norvegesi della Foresta, originari della Scandinavia secondo la leggenda.                                                   Il Maine Coon, nel Nord America, le leggenda racconta dell'incrocio di un gatto selvatico con un procione.                                                                                 Il Gatto Siberiano, si dice originato da gatti selvatici nelle foreste della Siberia ( La Taiga ), che erano i cani da guardia dei monaci Siberiani.

Comunque tutto è riconducibile alla interpretazione di vecchi manoscritti cosi come quella del Siberiano che nella realtà è frutto di una lunghissima storia orale. Dice una vecchia signora Russa cercando di ricordare, Se ci avessero chiesto com'era il Siberiano avremmo risposto "un bel gattone peloso, tutti sapevamo riconoscere il Siberiano, era il gatto che molti in Russia possedevano...." ma allora perchè Siberiano ?                                                                              Tutti i gatti non di razza a pelo lungo di grande taglia e tigrati erano definiti Siberiani.                                                                                                            Tutti i gatti di razza erano identificabili dal loro colore o disegno...oppure sul modo di comportarsi o per modi di dire " freddo Polare, Freddo Siberiano.."       per il comune modo di dire, il gatto Siberiano era un animale che sopportava bene il clima della Siberia, più linguistico che relazionato al suo territorio di origine.    E' il gatto da sempre vissuto nel territorio Russo dai tempi remoti.                                                                                                                                         Di come sia giunto in Russia, certamente dalle solite strade del commercio ed anche possibile che ci siano stati con gatti selvatici delle steppe e delle foreste, ma questo è solo la natura ....... Purtroppo in Russia si è scritto sempre molto poco sui gatti.

Creazione e sviluppo della razza

Ma allora, quale è la storia del gatto Siberiano come razza, quella di un gatto di pelo semi lungo che viveva in Russia? Negli anni 80 i proprietari dei gatti con queste caratteristiche ha sviluppato in molte città della Russia la necessità di creare i primi club felini dove molti appassionati facevano affluire i loro amati.. Nelle Espo ogni proprietario cercava nel suo gatto le caratteristiche che potessero avvicinare il suo ad una delle leggendarie razze e solo alcuni venivano classificati come Gatti Siberiani.                                                                                                                                                                                                              L'idea di creare una razza di Gatto Russa è sempre stata molto sentita, logicamente si sarebbe chiamata " Gatto Siberiano". Diversa comunque dalle esistenti e di aspetto diverso. Verso la fine degli anni 80 furono creati i primi standard della nuova razza dai felinologisti del club "Kotofei" i quali per primi hanno scritto lo Standard, prendendo ad esempio Roman uno dei Gatti fondatori.                                                                                                                        

                                                                                        Roman                                                                                              La misura era un pò esagerata nello standard iniziale del 1989, lo standard del 1990 è più completo, e mantiene tutte le parti sul corpo ma include anche i colori.

 La WCF è stata la prima ad accettare il Gatto Siberiano, includendo il Siberiano colorpoint prendendo ad esempio il famosissimo maschio di fondazione della razza, Mars, un blue tabby point con bianco, nato nel 1988 anch'esso iscritto al "Kotofei".                                                                                                                                                                           Mars                                                                                           Ci sono tantissimi gatti di prima generazione – questi gatti hanno un certificato di nascita che non è ancora un pedigree – per ottenere il pedigree di questi gatti, i proprietari devono sottoporre i loro figli ad una commissione di giudici. Figli di Roman, Mars e di molti altri gatti che prima erano stati esposti come novizi hanno permesso ai loro genitori di ottenere il "pedigree".                                                                                                                                                                Le caratteristiche che distinguevano il gatto Siberiano dovevano essere enfatizzate nello standard per ottenere il riconoscimento pubblico. Queste caratteristiche dovevano essere trovate e fissate nella razza per creare un’apparenza unica, che la distinguesse da altre razze simili.. La cosa più enfatizzata fu la forma della testa. Zigomi ampi e situati in basso, connessi da una curva dolce al muso arrotondato, che non potesse essere confusa con la forma della testa del Maine Coon o del Norvegese.                                                                                                                                                                                                                     Però questi maschi non hanno dimostrato consistenza nel passare i loro tratti ai figli.. Ma quando assistiti dalla fortuna un nuovo novizio apparse nel club, un gatto dentro la "borsa della spesa". Una vecchia Signora aveva portato il suo gatto di casa dentro la borsa della spesa! Questo gatto era il maschio Max, nato nel 1989, un grosso e forte gatto di colore seal tabby point con i contorni della testa quasi perfetti ed un mantello quasi perfetto, soltanto un pò corto. Questo è stato il maschio che ha provato di essere consistente, così consistente che fino ad oggi le femmine della sua terza o quarta generazione ancora danno luce a piccole copie di Max in vari colori. La forma della testa è stata presto inserita nello standard W.C.F.

                                                                                                  Max                                                                                               Non è facile avere gatti con un buon tipo moderno. Se un allevamento lavora sul tipo basandosi su line breeding, I gatti dell'allevamento presto avranno lo stesso tipo, però non soltanto con gli stessi meriti, ma anche con tutte le mancanze fissate nella linea. Lo scambio dei gatti da riproduzione dentro gli allevamenti Russi è ancora insufficiente. E oltretutto se questo scambio esiste viene fatto solo per lo scopo di ottenere nuovi colori o "diluire" il livello di consanguineità provocato dal line breeding o inbreeding. Ogni allevamento è soddisfatto con il suo tipo, il che può essere giustificato in un certo modo. Fortunatamente il tipo allungato dei primi Siberiani sta diventando gradualmente una cosa del passato. Molti allevamenti hanno ottenuto grande successo nella conformazione del corpo. Gatti grandi, pesanti con gambe potenti e zampe arrotondate si vedono molto più spesso nei giorni di oggi. Oltre a questo certi colori come golden e silver sono stati ottenuti e fissati.

I problemi maggiori al momento sono la tessitura del mantello e la forma della testa. Se guardiamo la testa, mettendo da parte tutti i gatti con testa lunga e stretta, musi a punta o stretti che non sono per niente aderenti allo standard la cosa più difficile da ottenere è la forma desiderata che non si deva ai tessuti molli come pelle e muscoli, ma alla struttura ossea del cranio. Lo standard accentua con forza appositamente il fatto che l’arrotondamento della parte facciale dipende dall’arco degli zigomi e dal muso pieno, ma non da guance piene. Questo è essenziale per escludere il tipo non desiderato che si avvicina al semi Persiano. L’arco degli zigomi ideale per il Siberiano si estende verso la base esterna dell’orecchio e quello del tipo non desiderabile si estende verso la metà dell’orecchio. La distanza fra i denti canini del Siberiano è grande, l’arco inferiore fra i canini della mascella è quasi di un angolo piatto. Il gatto con tipo non desiderabile ha un angolo più marcato e la distanza fra i canini è corta.. C’è una illusione ottica che questa testa sembri rotonda dovuto alle guance piene e allo sviluppo dei tessuti molli del muso. Ma la struttura ossea del Siberiano ideale è facilmente palpabile; anche gli zigomi di un gatto in pieno pelo sono facili da vedere. Se sommiamo la differenza nella altezza del cranio (un gatto Siberiano ideale deve aver un cranio basso), la forma della testa (un gatto Siberiano ideale deve aver una curvatura soave e concava dal cranio appiattito al dorso del naso largo e dritto, accentuato dalla direzione di crescita del pelo), la tessitura del mantello (i gatti di tipo non desiderabile hanno un sottomantello troppo sviluppato ed il overcoat troppo fine) e la forma degli occhi (la palpebra superiore del Siberiano deve conferire una forma leggermente ovale all’occhio), e spesso un piazzamento troppo basso delle orecchie , allora è facile trattenere il certificato.